Skip to content

Consiglio Europeo dell’Innovazione: i programmi di lavoro 2022

La Commissione Europea ha adottato il programma di lavoro 2022 del Consiglio Europeo dell’Innovazione. 

 

PROGRAMMA DI LAVORO EIC 2022

Con l’adozione del programma di lavoro valido per il 2022 il Consiglio Europeo dell’Innovazione da’ il via a numerosi progetti ed opportunità per ottenere finanziamenti destinati all’innovazione, alla creazione ed al rinnovamento di mercati.

Il prossimo martedì 22 febbraio, proprio con l’obiettivo di informazione sulle opportunità di finanziamento per gruppi di ricerca, start-up, PMI e investitori, si terrà una giornata dedicata alla divulgazioni di informazioni in merito al Consiglio Europeo dell’Innovazione e – soprattutto – con un focus sui progetti attivi e/o che verranno divulgati nei prossimi mesi.

EIC Pathfinder – Finanziamento rivolto a team di ricerca multidisciplinari (budget pari a 350 milioni di euro) per attività di ricerca funzionale all’innovazione e alla scoperta di nuova tecnologia.

Ogni team di ricerca può richiedere fino ad un massimo di 3 o 4 milioni di euro di sovvenzioni.

Il bando Pathfinder Open si aprirà il 1° marzo mentre Pathfinder Challenges il 15 giugno.

La maggior parte dei finanziamenti verrà assegnata dal Consiglio Europeo dell’Innovazione attraverso bandi aperti senza priorità tematiche predefinite mentre 167 milioni di euro sono destinati a specifiche finalità: Gestione e valorizzazione dell’anidride carbonica e dell’azoto, stoccaggio di energia a medio-lungo termine, sistemi integrati, cardiogenomica, tecnologie del continuum sanitario, archiviazione digitale dei dati basata sul DNA e trattamento alternativo delle informazioni quantistiche, comunicazione e rilevamento.

EIC Transition – I Finanziamenti sono destinati a trasformare i risultati della ricerca in opportunità di innovazione; il budget a disposizione è pari a 131 milioni di euro.

I bandi saranno aperti a partire dal 1° marzo, si concentreranno sui risultati generati dai progetti EIC Pathfinder e dai progetti European Research Council Proof of Concept per maturare le tecnologie e costruire un business case per applicazioni specifiche.

I consorzi possono richiedere sovvenzioni per 2,5 milioni di euro (o più se giustificate) mentre del budget iniziale 60,5 milioni di euro saranno assegnati per affrontare tre sfide di transizione: Dispositivi digitali verdi per il futuro, integrazione di processo e di sistema di tecnologie energetiche pulite e terapie e diagnostica basate sull’RNA per malattie genetiche complesse o rare.

EIC Accelerator – Il budget previsto per questo programma di lavoro è stimabile in 1,16 miliardi di euro ed è destinato al finanziamento di startup e PMI con alto potenziale di sviluppo tecnologico ed innovazione (di cui quasi 537 milioni di euro sono destinati alle tecnologie per il c.d. “Fit for 55”)

I programmi sono già accessibili e le candidature aperte.

Il finanziamento sarà erogato in una formula mista simile al private equity (o quasi-equity come i prestiti convertibili); ogni progetti sarà finanziabile con una cifra compresa tra i 500 mila ed i 15 milioni di euro che verranno erogato attraverso il fondo EIC; le sovvenzioni invece possono arrivare anche a 2,5 milioni di euro.

Tutti i progetti del Consiglio Europeo dell’Innovazione hanno accesso ai c.d. Business Acceleration Services, dei programmi di accelerazione per realtà imprenditoriali a cui vengono forniti coach e mentori, opportunità di partnership con aziende, investitori e un ulteriore serie di servizi utili alla crescita ed allo sviluppo del progetto e del team.

NUOVE INIZIATIVE

EIC Scale-Up 100: il programma, attivo dal 2018, ha già sostenuto oltre 2600 piccole e medie imprese e startup, ed ora ha l’obiettivo di identificare 100 aziende UE deep tech con il potenziale per diventare “unicorni” (con valutazione di oltre 1 miliardo di euro).

EIC Accelerator permetterà alle aziende che lavorano su tecnologie di interesse strategico europeo di richiedere investimenti EIC superiori a 15 milioni di euro.

DONNE PER L’INNOVAZIONE

Tra gli obiettivi strategici della Commissione Europea, del Recovery Plan e del PNRR vi è lo sviluppo dell’imprenditoria femminile e il contrasto alla discriminazione di genere sul lavoro; anche il Consiglio Europeo dell’Innovazione ha stanziato del budget per avviare uno studio che avrà il fine di identificare le lacune e incoraggiare la diversità all’interno delle aziende.

L’edizione 2022 del Premio UE per le donne innovatrici includerà due premi aggiuntivi per gli innovatori sotto i 35 anni, per un totale di sei premi assegnabili: tre premi alle donne innovatrici più ispiratrici in tutta l’UE e nei paesi associati a Horizon Europe e tre premi ai più promettenti “Rising Innovators” sotto i 35 anni.

Consiglio Europeo dell'Innovazione
Nuova Sabatini

Con la Nuova Sabatini largo agli investimenti green al Sud

La Nuova Sabatini Green & Sud finanzierà le imprese del Mezzogiorno stimolando l’acquisto di macchinari
Continua
Get Digital

“Get Digital: Go Green & Be Resilient”, dall’Europa un piano per rendere l’industria più resiliente e indipendente

Get Digital: Go Green & Be Resilient  prevedono la creazione di un network di industrie
Continua
Sport e Periferie 2022

Fondo Sport e Periferie 2022: 50 milioni di finanziamenti

Comuni e Capoluoghi di Provincia avranno tempo fino al 15 giugno per presentare la propria
Continua
EIC

EIC Scale Up 100: Bando per gli Unicorni deeptech del futuro

Il bando dell’EIC prevede finanziamenti e supporto per 100 startup o aziende deeptech con possibilità
Continua
Smarter Italy

Smarter Italy: pubblicato il 1° Bando per la mobilità sostenibile di Borghi e Città

Al via “Smarter Italy”, il programma del Mise – Miur – Mitd per promuovere la
Continua
Digital Transition Fund

Digital Transition Fund, 300 milioni per startup e PMI

Grazie al Mise e CDP Venture Capital SGR, con il Digital Transition Fund saranno investiti
Continua