Skip to content

Lo stato del Crowdfunding Europeo

Il Report di CrowdfundingHub in collaborazione con Altfinator Policy Network, Cambridge Centre for Alternative Finance e l’European Centre for Alternative Finance

 

La formazione di capitale online è uno delle attività più rilevanti per l’industria del Fintech, come testimonia l’esistenza di numerose piattaforme sparse per tutto il mondo e predisposte per abbinare gli interessi degli investitori grazie alla possibilità di investire capitale in debito, azioni e altri titoli funzionali alla raccolta capitali per finanziare un’azienda, sostenere un progetto immobiliare o semplicemente per fornire capitale a chi ne ha bisogno.

CrowdfundingHub, in collaborazione con i partner internazionali dell’Altfinator Policy Network e partner accademici dello spessore del Cambridge Centre for Alternative Finance e dell’European Centre for Alternative Finance, ha elaborato un report che esamina e racconta i risultati raggiunti dal Crowdfunding in Europa nel 2020.

Il Report (scaricabile qui) analizza i risultati nei paesi europei dove l’industra è più sviluppata come Francia, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Germania e Regno Unito e, allo stesso tempo, in ulteriori sei Stati dove il fenomeno è in una fase meno avanzata quali Spagna, Finlandia, Malta, Portogallo, Ungheria e Danimarca.

Da notare che, seppur la Commissione Europea abbia avviato un progetto che porterà alla creazione di un Regolamento Crowdfunding condiviso a livello europeo, attualmente ogni paese opera secondo un diverso insieme di regolamenti che ovviamente distorce i numeri in direzioni diverse a seconda delle regole locali.

Entrando nel merito delle analisi presenti nel rapporto si evince che, nonostante la pandemia, molti paesi europei hanno visto un aumento del volume del mercato del crowdfunding, in particolare Germania e Francia (rispettivamente circa 1,26 miliardi di euro e 1,02 miliardi di euro di raccolta, al netto delle donazioni).

Con particolare riferimento al mercato italiano, il 2020 non ha interrotto il trend crescente attestandosi a 772,8 milioni di euro (a fronte dei 65,6 milioni di euro raccolti nel 2015) e secondo Starteed, crowd-company torinese, l’aumento del volume è dovuto al miglioramento della regolamentazione e nella professionalità operativa dei gestori di piattaforme.

Crowdfunding
Nuova Sabatini

Con la Nuova Sabatini largo agli investimenti green al Sud

La Nuova Sabatini Green & Sud finanzierà le imprese del Mezzogiorno stimolando l’acquisto di macchinari
Continua
Get Digital

“Get Digital: Go Green & Be Resilient”, dall’Europa un piano per rendere l’industria più resiliente e indipendente

Get Digital: Go Green & Be Resilient  prevedono la creazione di un network di industrie
Continua
Sport e Periferie 2022

Fondo Sport e Periferie 2022: 50 milioni di finanziamenti

Comuni e Capoluoghi di Provincia avranno tempo fino al 15 giugno per presentare la propria
Continua
EIC

EIC Scale Up 100: Bando per gli Unicorni deeptech del futuro

Il bando dell’EIC prevede finanziamenti e supporto per 100 startup o aziende deeptech con possibilità
Continua
Smarter Italy

Smarter Italy: pubblicato il 1° Bando per la mobilità sostenibile di Borghi e Città

Al via “Smarter Italy”, il programma del Mise – Miur – Mitd per promuovere la
Continua
Digital Transition Fund

Digital Transition Fund, 300 milioni per startup e PMI

Grazie al Mise e CDP Venture Capital SGR, con il Digital Transition Fund saranno investiti
Continua