Skip to content

Bando da 262 milioni per finanziare progetti di ricerca biomedica

Il Ministero Salute, grazie a PNRR e Next Generation EU, pubblica bando per finanziare progetti di ricerca biomedica

 

Inizia oggi, mercoledì 27 aprile 2022, la possibilità di presentare domande e progetti per accedere al bando  per potenziare il sistema della ricerca biomedica in Italia.

Il bando, dal valore di oltre 262 milioni di euro, sarà finanziato e gestito dal Ministero della Salute che usufruirà dei fondi messi a disposizione dal Piano Nazionale di Ripresa e Resistenza e dal programma “Next Generation EU” dell’Unione Europea; è previsto, entro l’anno prossimo, la pubblicazione di un secondo bando che avrà lo stesso importo e le stesse finalità in ambito di ricerca biomedica.

I fondi, utili al potenziamento delle capacità di cura e ricerca, avranno la finalità di finanziare progetti (di durata almeno biennale) in merito a:

  • malattie rare: budget 50 milioni, destinati a potenziare le strutture e i centri specializzati, aiutandoli ad integrare sistemi d’eccellenza e modelli innovativi, allineandoli ai più alti standard internazionali
  • malattie croniche non trasmissibili, ad alto impatto sui sistemi sanitari e socio-assistenziali: budget 162 milioni, da utilizzare per sovvenzionare progetti di ricerca su fattori di rischio e previsione, eziopatogenesi e meccanismi di malattia
  • proof of concept: 50 milioni di euro per progetti che mirano a colmare il gap tra ricerca e industria, che si crea nell’intervallo tra la fase della scoperta e quella della messa a punto.

Sono soggetti abilitati a presentare domanda (anche ad essere capofila di progetto):

  • Regioni e Province Autonome
  • Istituto superiore di sanità
  • Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro
  • Agenzia per i servizi sanitari regionali
  • Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici e privati
  • Istituti zooprofilattici sperimentali
  • Aziende Ospedaliere
  • Aziende Sanitarie Locali
  • Aziende Ospedaliere Universitarie
  • altri Enti del SSN, con esclusione di strutture private accreditate con il SSN
  • Università
  • Enti di ricerca pubblici
  • Soggetti privati No Profit

I progetti dovranno rispettare alcuni requisiti, come la partecipazione dei giovani, la gender equality e la riduzione del divario di cittadinanza, oltre che:

  1. almeno il 40% del finanziamento richiesto a soggetti attuatori che hanno una stabile organizzazione delle attività di ricerca nel Mezzogiorno;
  2. garantire almeno il 30% di ricercatrici e collaboratrici;
  3. rispettare le quote per i giovani ricercatori (età inferiore ai 40 anni) previste dal bando, sia per il personale con rapporto di lavoro già in essere sia per i giovani ricercatori da assumere.
Ricerca Biomedica
Nuova Sabatini

Con la Nuova Sabatini largo agli investimenti green al Sud

La Nuova Sabatini Green & Sud finanzierà le imprese del Mezzogiorno stimolando l’acquisto di macchinari
Continua
Get Digital

“Get Digital: Go Green & Be Resilient”, dall’Europa un piano per rendere l’industria più resiliente e indipendente

Get Digital: Go Green & Be Resilient  prevedono la creazione di un network di industrie
Continua
Sport e Periferie 2022

Fondo Sport e Periferie 2022: 50 milioni di finanziamenti

Comuni e Capoluoghi di Provincia avranno tempo fino al 15 giugno per presentare la propria
Continua
EIC

EIC Scale Up 100: Bando per gli Unicorni deeptech del futuro

Il bando dell’EIC prevede finanziamenti e supporto per 100 startup o aziende deeptech con possibilità
Continua
Smarter Italy

Smarter Italy: pubblicato il 1° Bando per la mobilità sostenibile di Borghi e Città

Al via “Smarter Italy”, il programma del Mise – Miur – Mitd per promuovere la
Continua
Digital Transition Fund

Digital Transition Fund, 300 milioni per startup e PMI

Grazie al Mise e CDP Venture Capital SGR, con il Digital Transition Fund saranno investiti
Continua